You are here
Home > Tecnologia

Self driving car: ancora un miraggio?

Si tratta del futuro del settore delle auto, un po’ come ce lo si immaginava qualche anno fa e come abbiamo visto, diverse volte, nei film di fantascienza. Stiamo parlando delle auto che si guidano da sole, in inglese note come “self driving cars”: se oggi siamo ai primi prototipi, che hanno avuto qualche leggero problema (ma era ovvio aspettarselo), si pensa che entro il 2020 saranno oltre 10 milioni le vettura autoguidate che gireranno per le strade degli Stati Uniti.

Mercedes, Ford, BMW e Tesla sono le aziende che stanno puntando più forte sullo sviluppo di questa nuova tecnologia. Ma non solo loro, Google non si sta facendo scappare l’occasione, così come Apple, si dice, sia già al lavoro. Insomma, un settore che interessa a tanti, per il quale si prevedono interessanti guadagni.

Ma qual è lo stato dell’arte delle auto “self driving”? A che punto siamo con gli sviluppi della tecnologia?

Come detto prima, siamo ancora agli inizi, c’è tanto da fare soprattutto in termini di sicurezza, ma i passi avanti che si stanno compiendo sono veramente da gigante. Ford, ad esempio, ha fatto sapere di avere a disposizione la tecnologia che permetterebbe a tali auto di guidare anche di notte grazie alla tecnologia LiDAR.

Ma non tutte le notizie o gli approcci sono positivi. Di recente, infatti la NHTSA americana (National Highway Traffic Safety Administration) ha chiesto in maniera ufficiale di rallentare lo sviluppo di tali vetture, che sono state definite delle “auto killer”. Ora spetta al Governo americano deliberare in merito allo sviluppo delle self driving car cercando di mettere sullo stesso piatto della bilancia la sicurezza delle persone e lo sviluppo della tecnologia (cosa non facile).

Addirittura c’è chi ha additato le auto che si guidano da sole come potenziali armi usabili da parte dei terroristi per condurre attacchi mirati.

Al momento è chiaro come il numero degli scettici è di gran lunga maggiore rispetto a coloro che tifano per questa nuova tecnologia, il che potrebbe richiedere molto lavoro per poterli convincere tutti (o la maggior parte).

Le domande principali che necessitano di risposta sono sia di carattere etico che di sicurezza, e non sarà facile.

Top